Teheran, una piazza per Gaghik

Sabato 15 agosto 2015 si è svolta a Teheran una cerimonia pubblica per l’intestazione della ex Piazza Shoa (in persiano vuol dire “raggio”) a Gaghik Tumanian, martire dell’esercito della Repubblica Islamica dell’Iran, caduto in battaglia nella guerra contro l’Iraq il 15 agosto 1987.

Classe 1961, Gaghik era il più giovane della famiglia Tumanian. Laureato in economia e commercio, si era arruolato volontario con il club sportivo Ararat di Teheran per combattere l’invasore iracheno. Il suo addestramento era passato per città come Koramshahr e Urumie.

Alla cerimonia del 15 agosto erano presenti oltre mille reporter, oltre a numerosi cittadini di Teheran, non solo armeni. La cerimonia religiosa è stata officiata dal vescovo armeno di Teheran alla presenza dei due deputati armeni del parlamento iraniano e di altri rappresentanti del majles e del governo. Particolarmente commovente la presenza della mamma di Gaghig.

Questa iniziativa vuole essere una testimonianza dell’unità del Paese. Le autorità hanno annunciato che saranno presto intitolate altre strade a martiri non musulmani, per ricordare il sacrificio versato da tutti i gruppi etnici e religiosi nella guerra imposta (1980-88).

Lascia un commento

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.