Qanat, oggi

Qanat

Dopo il workshop sulle qanat tenutosi a Teheran nel 2012, il team di Hydrocity, guidato dall’architetto iraniano-canadese Sara Kamalvand, ne ha da poco tenuto un secondo nella città di Yazd. Questi workshop sono progetti di ricerca sperimentale per la rinascita del sistema delle qanat. Si tratta di  un sistema di irrigazione tradizionale diffuso nelle città in Iran per oltre tremila anni ed è stato abbandonato solo a metà del XX secolo, in vantaggio di tecnologie centralizzate e moderne.

edouardsors-01

Ma oggi l’Iran sta attraversando una grave crisi idrica, con l’esaurimento delle riserve sotterranee. Infatti la città di Yazd dipende da Isfahan, che invia ogni giorno più di 2000 litri al secondo.

Il workshop, incentrato su quattro delle ultime qanat attive in città,  ha presentato proposte di architettura, paesaggio e natura idrologico applicabili in un prossimo futuro. Il workshop internazionale, in collaborazione con la Ecole Spéciale d’Architecture e Ecole Nationale Supérieure de la Nature et du Paysage era su invito del Centro UNESCO delle qanat -ICQHS e si è svolto presso la Scuola d’Arte e Architettura dell’Università di Yazd dall’8 al 17 novembre 2014. Per il 2015 sono in programma una pubblicazione e una mostra.

http://www.hydrocity.ca/

Lascia un commento

*

*