L’ALTO CONSIGLIO PER LA SICUREZZA NAZIONALE

Articolo 176 – Al fine di tutelare l’interesse nazionale e di difendere la Rivoluzione islamica, l’integrità territoriale e la sovranità nazionale, viene istituto un “Alto Consiglio per la sicurezza nazionale” presieduto dal Presidente e avente i seguenti compiti:

  1. determinare le politiche nazionali della difesa e della sicurezza nel quadro delle politiche generali stabilite dalla Guida;
  2. coordinare le attività politiche, di informazione, sociali, culturali ed economiche in relazione alle politiche generali di difesa e sicurezza;
  3. utilizzare le risorse materiali e di altro tipo del Paese per affrontare le minacce interne e esterne.

I componenti del Consiglio sono:

  • i Capi dei tre poter (esecutivo, legislativo e giudiziario)
  • il Comandante in capo delle Forze armate
  • il funzionario incaricato delle questioni di programmazione e di bilancio
  • due rappresentanti nominati dalla Guida
  • i Ministri degli affari esteri, dell’interno, e dei servizi di informazione
  • il Ministro competente per la questione in esame e le massime autorità dell’Esercito e del Corpo della Guardia rivoluzionaria.

Conformemente alle sue competenze l’Alto Consiglio per la sicurezza nazionale istituisce sottocommissioni, quali la sottocommissione per la difesa e la sottocommissione per la sicurezza nazionale. Le sottocommissioni sono presiedute dal Presidente o da uno dei membri dell’Alto Consiglio indicati dal Presidente.

I limiti delle competenze e le funzioni delle sottocommissioni sono stabiliti dalla legge. La loro struttura organizzativa è soggetta al benestare dell’Alto Consiglio.

Le deliberazioni dell’Alto Consiglio per la sicurezza nazionale acquistano efficacia dopo essere state ratificate dalla Guida.

The following two tabs change content below.
Giornalista, blogger, autore di diversi libri sull'Iran. Twitter: @anto_sacchetti

Ultimi post di Antonello Sacchetti (vedi tutti)