Conversazioni sull’Iran

Conversazioni, interviste, presentazioni di libri: chiacchierate con esperti e appassionati. La playlist completa con tutti i video e gli audio delle dirette Facebook.

Open in Spotify

Alla scoperta dello Shahnameh

Quarto appuntamento con “Lettere persiane” insieme a Davood Abbasi. Si parla dello Shahnameh di Ferdowsi, il poema epico nazionale iraniano che intorno all’anno Mille segna la rinascita della lingua persiana. Diretta Facebook di sabato 18 aprile 2020.

Diretta Facebook del 18 aprile 2020

Il podcast della diretta del 18 aprile 2020

Tehran Girl

Antonello Sacchetti dialoga con Giacomo Longhi, traduttore dal persiano di “Tehran Girl”, romanzo di Mahsa Mohebali pubblicato in Italia da Bompiani. Il video della diretta Facebook del 9 aprile 2020.

Ascolta il podcast


Lettere persiane/1

Sabato 28 marzo 2020 con Davood Abbasi in diretta Instagram da Teheran abbiamo “trasmesso” la prima di una serie di conversazioni che terremo ogni sabato alle ore 18 (italiane) per trascorrere insieme questa quarantena parlando di Iran. Ieri abbiamo affrontato le origini e le tradizioni del Noruz.

Sabato 4 aprile parleremo di poesia persiana contemporanea.

Seguiteci sugli account @anto_sacchetti e @persia_viaggi !

Ecco il video della prima puntata:

Lettere Persiane/1 Ieri con Davood Abbasi in diretta Instagram da Teheran abbiamo "trasmesso" la prima di una serie di conversazioni che terremo ogni sabato alle ore 18 (italiane) per trascorrere insieme questa quarantena parlando di Iran. Ieri abbiamo affrontato le origini e le tradizioni del Noruz. Sabato 4 aprile parleremo di poesia persiana contemporanea. Seguiteci sugli account @anto_sacchetti e @persia_viaggi !

Pubblicato da Antonello Sacchetti su Domenica 29 marzo 2020

Chi era Qassem Soleimani

Chi era Soleimani

I miei interlocutori iraniani in Afghanistan aggiornavano il ministro degli Esteri su quanto accadeva, ma in ultima analisi, era il generale Soleimani a decidere. 

Sono parole di Ryan Crocker, ex ambasciatore statunitense in Afghanistan. Ma chi è Qasem Soleimani? Si sa che è il comandante dell’Armata Qods, l’unità dei pasdaran iraniani dedicata alle azioni oltre confine. Pochissime foto in circolazione, scarse le citazioni nelle cronache dal Medio Oriente. Da qualche giorno il suo nome fa capolino negli articoli dei media occidentali sulla crisi scatenata dall’avanzata dell’ISIS in Iraq. Sarebbe lui l’uomo forte di Teheran sul territorio iracheno, lui l’unico in grado di gestire una crisi così delicata.

Ma è inutile chiedere conferme ai diplomatici iraniani: nessuno ufficialmente sa dove sia Soleimani. Un’ombra tra Damasco, Baghdad e Teheran, ovunque e da nessuna parte.

L’ex generale delle forze Usa in Iraq David Petraeus lo ha definito una volta “il male in persona”. Lo stesso Soleimani, nel 2007, durante una delle fasi di crisi più acuta tra forze Usa e milizie sciite irachene, gli avrebbe mandato un SMS rivendicando il proprio ruolo di rappresentante politico iraniano in Iraq, Afghanistan, Libano e Gaza.

Vero o falso? Su personaggi simili circolano spesso storie fantasiose, al limite della leggenda. Di Soleimani si sa che ha 57 anni e viene da una famiglia contadina della provincia di Kerman.

La sua formazione politico-militare avviene negli otto lunghi anni della “guerra imposta” contro l’Iraq. Prima ha il compito di portare l’acqua ai compagni nelle trincee, poi viene impiegato in missioni dietro le linee nemiche.

Su Wikipedia (italiano) esiste una sua breve ma dettagliata biografia.

strange bedfellows

All’inizio del 2015 Soleimani comincia a conoscere un’improvvisa popolarità. I media di tutto il mondo si interessano di lui e si comincia a parlare di una sua candidatura alle presidenziali del 2017. Sarebbe lui il nuovo “uomo forte”, un leader assolutamente fedele alla Guida e in grado di incarnare i valori della Repubblica Islamica. Alle elezioni manca ancora molto tempo, ma intanto il personaggio è uscito dall’ombra e continua a far parlare di sé.

×

Se ti interessano aggiornamenti di Diruz mandami un messaggio su Whatsapp o scrivi una mail antonello.sacchetti@gmail.com

× Vuoi ricevere aggiornamenti di Diruz su Whatsapp?